Sei in » Attualità
11/10/2016 | 10:08

Giornata speciale per decine di bambini, studenti di una scuola elementare, ospitati da Coldiretti Lecce in una cantina del Salento per vivere il rito della vendemmia. Dai grappoli alla cantina fino alla degustazione dei prodotti tipici: per i piccoli studenti una giornata unica.


La Festa delle Vendemmia a Magliano


Carmiano. Il periodo è quello giusto: le viti si stanno riempiendo di grappoli d’uva e il nuovo vino è pronto a fermentare. Il rito della vendemmia,uno dei momenti più attesi dell’autunno salentino, assume i contorni della sacralità, celebrato dagli esperti viticoltori ma che adesso punta ad aprirsi alle nuove generazioni.
  
Una vera e propria festa quella organizzata da Coldiretti Lecce e che si è svolta presso l'Azienda Agricola Alessandro Carrozzo di Magliano, frazione di Carmiano: qui, infatti,  sono stati ospitati i piccoli studenti della scuola elementare per far vivere loro una giornata da aspiranti vignaioli. “Abbiamo iniziato in campagna, tra i filari, di buon mattino, tagliando e raccogliendo nei tini l'uva insieme ai ragazzi”, racconta Alessandro Carrozzo che assieme al papà Giuseppe e alla mamma Luigina, gestisce l'azienda. “Assieme alle scolaresche e ai docenti – prosegue – ci siamo poi trasferiti in cantina, dove abbiamo mostrato ai ragazzi la pigiatura e le varie fasi della vinificazione”.
 
Una grande festa che poi si è spostata sul grande piazzale della cantina dove è stato possibile gustare le prelibatezze dei prodotti tipici a base di mosto. Per rendere la festa davvero speciale, Walter Cretì, dell'agriturismo “Li Mori”, ha preparato piatti a base di ceci, e poi pane, salsiccia, e altre bontà. Quanto ai dolci, ci ha pensato il pasticcere Angelo Bisconti, l’inventore del celebre Pasticciotto Obama.
 
“E' stata una giornata davvero speciale – conclude Alessandro Carrozzo – spero di aver trasmesso ai bambini, assieme alla mia famiglia, l'amore per la viticoltura e per la campagna. E magari un giorno qualcuno di loro deciderà di fare il mio stesso lavoro. Glielo auguro perché nonostante le difficoltà, produrre vino nel Salento è un atto d'amore per questa terra e regala anche tante soddisfazioni”.




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |